Dungeons&Dragons, 50 anni e non sentirli?

Home / Firenzegioca / News / Dungeons&Dragons, 50 anni e non sentirli?
Dungeons&Dragons, 50 anni e non sentirli?

Siamo arrivati al 2024 e Dungeons & Dragons (D&D) celebra il suo 50° anniversario, un traguardo significativo che testimonia la durata e l’evoluzione di uno dei giochi di ruolo più iconici al mondo. Per commemorare questo evento, Wizards of the Coast (Hasbro), ha pianificato una serie di lanci di prodotti, partnership e un documentario che ne esplora la profonda storia e l’impatto culturale.

Tra questi ci sono collaborazioni con marchi di prestigio come Converse, per calzature e abbigliamento, e LEGO, per un set ufficiale LEGO IDEAS. Anche Pop-Tarts contribuirà con golosità a tema, perfette per le sessioni di gioco .

Uno dei pezzi forti dell’anniversario è l’avventura campagna “Vecna: Eve of Ruin”, destinata a personaggi di livelli 10-20. Questa avventura vedrà i giocatori viaggiare attraverso diversi mondi per sventare i piani di Vecna, un lich che non ha bisogno di presentazioni. Altre uscite includono una storia dettagliata sulla creazione di D&D, “The Making of Original Dungeons & Dragons: 1970-1977”, e nuove edizioni del Player’s Handbook, del Dungeon Master’s Guide, e del Monster Manual, che offriranno strumenti e opzioni aggiuntive sia per i giocatori che per i Dungeon Masters .

Inoltre, Entertainment One, lo studio di intrattenimento di Hasbro, produrrà un documentario che celebra il 50° anniversario di D&D. Joe Manganiello, attore e fan di lunga data di D&D, co-dirigerà il film, che esplorerà la storia e l’impatto culturale del gioco. Questo progetto promette di essere il racconto definitivo dell’evoluzione di D&D, grazie anche all’accesso esclusivo a oltre 400 ore di filmati d’archivio inediti e interviste con celebrità fan del gioco​​.

Con il lancio di nuovi prodotti e l’esplorazione di nuove piattaforme digitali, come un tavolo da gioco virtuale in 3D e funzionalità aggiuntive su D&D Beyond, Wizards of the Coast mira a rendere D&D ancora più accessibile e coinvolgente per una nuova generazione di giocatori .

Mentre Dungeons & Dragons si prepara a entrare nel suo mezzo secolo di vita, le celebrazioni del 50° anniversario offrono un momento per riflettere sull’impatto duraturo del gioco sulla cultura pop e sulla sua capacità di unire le persone attraverso il potere della narrazione e dell’immaginazione. Con eventi, prodotti e una dedizione continua all’innovazione, D&D promette di rimanere una pietra miliare del gioco di ruolo per gli anni a venire.

Un problema forse, per il mercato dei GDR, che sarà sempre più fossilizzato su un modello che dimostra tutti i suoi anni. Dungeons&Dragons è un brand che nonostante non abbia saputo rinnovarsi è riuscito comunque a guadagnare pubblico e giocatori grazie ad azzeccate campagne di marketing e alla licenza OGL che ha permesso un proliferare di moduli, espansioni e fenomeni mediali come Critical Role (per la verità invisi ad Hasbro, ma questa è un’altra storia).

Quindi? nella speranza che D&D possa portare sempre più persone al nostro hobby, non possiamo che unirci agli auguri della comunità dei giocatori e aspettare di festeggiarne il centenario.

Immagine by: DallE3