M’azzardo a dirlo

Home / Firenzegioca / Firenzegioca 2021 / Eventi / M’azzardo a dirlo
M’azzardo a dirlo
Questo contenuto fa parte di Firenzegioca 2021; per informazioni su Firenzegioca 2022 torna alla homepage - Stiamo aggiornando il sito

“M’AZZARDO a dirlo”: tavola rotonda sulla lotta al gioco d’azzardo
sabato 25 settembre, Tuscany Hall ore 17,30 sala Cassandra

A FirenzeGioca ci si diverte e gioca ma si discute anche di disagio e dipendenza dal gioco d’azzardo: aspetti giuridici, psicologici e sociali, è un tema sempre caldo.

“M’azzardo a dirlo” è il nome di una campagna promossa dall’associazione “Ali per giocare” e che è stata presentata a FirenzeGioca già nel 2013, per sensibilizzare a non confondere, nemmeno con i termini, il gioco sano da quello patologico, un mondo parallelo che evoca disperazione e isolamento, mentre noi tutti sappiamo benissimo che il gioco è parola solare comprensiva di mondi fantastici, momenti socializzanti e di scoperta.

Il gioco d’azzardo è una piaga sociale e ProGioco Firenze fa il punto sui connotati di questa emergenza proponendo la sua seconda tavola rotonda sull’argomento.
Introduce e modera Lucia de Marinis dell’associazione Ingegneria del Buon Sollazzo

Interverranno:

  • Dr Marco Modena, ex magistrato, associazione LIBERA, “La legalizzazione del gioco d’azzardo. Chi l’ha voluta, come e quando”. 
  • Matteo Ceccherini, psicologo, coordinatore Coop.21, “Il contrasto al gioco d’azzardo tra i giovani nel servizio educativo di strada”
  • Dr.ssa Laura Angelica Berni, dirigente medico e psicoterapeuta SerD AUSL Toscana Centro 
  • Federica Ettori, responsabile del Settore Sociale di Arci Toscana, Progetto GAP, piano Regionale di attività per il contrasto al gioco di azzardo.
  • Lucia Biagiotti dell associazione ALI per giocare : i ludobus come proposta positiva
  • Associazione Giocatori anonimi Toscana 
  • Simone Frasca, scrittore e illustratore per bambini, presenta La macchina dei sogni ( edizioni Centostorie). Una storia per parlare ai bambini del Tempo e della macchina dei Sogni che lo cancella. Una storia per parlare di dipendenze.

Ingresso con prenotazione e posti assegnati.


LE PREISCRIZIONI SONO CHIUDE, POTETE ISCRIVERVI DIRETTAMENTE IN FIERA